monitoraggio topografico con stazione totale e livello ottico di precisione

monitoraggio topografico

monitoraggio topografico

livellazione di precisione

livello ottico di precisione Leica e Stazione Totale

Gli eventi piovosi di novembre hanno arrecato molti danni all’intero tessuto urbano napoletano imponendo, in molti casi, interventi non strutturali come quelli del monitoraggio topografico. In particolare si sono attivate frane da scorrimento e scorrimento-colata lungo i versanti ricoperti da depositi piroclastici e detritico-piroclastici degli apparati vulcanici napoletani (Somma-Vesuvio e Campi Flegrei) e voragini sia nella Città di Napoli che in provincia.

L’apertura di cavità è favorita, oltre che dagli eventi meteorici, anche dai dissesti ai sotto servizi come la rete idrica, quella delle acque nere e quella delle acque bianche. A seguito dell’apertura delle voragini e nelle more di eseguire appropriati interventi di consolidamento alle strutture ed infrastrutture prossime ad esse, risulta indispensabile allestire un sistema di monitoraggio. Detto monitoraggio può essere sia un monitoraggio topografico che geotecnico; spesso è auspicabile mettere in atto entrambi i sistemi di monitoraggio. Nello specifico per la voragine che si è aperta al Quartiere Arenella in Napoli, stiamo eseguendo un monitoraggio topografico con livellazione di precisione e misure su mini-primi con stazione totale.

Il monitoraggio topografico consente, oltre a verificare l’eventuale movimento delle strutture, a garantire margini di sicurezza adeguati alle maestranze impegnate nei lavori.